“Rosmini è un dono per questo territorio e lo dovete considerare uno dei “nostri” Lo ha detto il Cardinal Severino Poletto (video)




Rosmini è un dono per questo territorio e lo dovete considerare uno dei “nostri” Lo ha detto il Cardinal Severino Poletto questa sera durante la messa celebrata in Collegiata nell'ambito della festa della Cella. Molta gente questa sera per la festa che ricorda l'arrivo di Rosmini a Domodossola nel 1828 e i 190 anni della Fondazione dell'Istituto della Carità. “Domodossola il Monte Calvario, Rosmini li ha scelti per ispirazione di Dio, anche se si è servito di alcune persone che lo consigliavano – ha detto il Cardinale - e allora vuol dire che è un dono per questo territorio e per questa città e per i suoi dintorni". Il Cardinale ha poi concluso con un pensiero legato alla Quaresima “Il monte Calvario che voi avete vicino ci richiama al tempo della Quaresima e al mistero della passione, morte e risurrezione di Gesù”. Il rettore del Sacro Monte Calvario don Pier Luigi Giroli ha ringraziato il Cardinale per aver accettato l'invito e ha proseguito. “Rosmini è stato un dono per questa terra, e questa terra è stata un dono per lui. Qui ha trovato una fede genuina, persone laboriose”. Numerosi sacerdoti hanno concelebrato la messa in particolare Rosminiani era presente il padre provinciale dei Rosminiani Claudio Massimiliano Papa. In prima fila l'Onorevole Enrico Borghi, il sindaco di Domodossola Lucio Pizzi, il presidente della Provincia Stefano Costa, il vicepresidente della Regione Aldo Reschigna, il prefetto del Vco Iginio Olita le autorità militari e numerose associazione combattentistiche e d'arma.
tratto da ossola24

Nessun commento:

Posta un commento